mercoledì 23 dicembre 2015

Auguri di Buon Natale 2015


Auguri di Buon Natale!

Anche durante queste vacanze, non vi lasceremo soli!

Vi annunciamo anche una nuova asta numismatica, Artemide 32E, che chiuderà live il 23 gennaio 2016. L'asta presenta, una vasta offerta di monete classiche, con un'interessante nucleo di denari della repubblica romana.

Banner Artemide Aste 32E - asta di monete e medaglie

Artemide 32E, monete e medaglie


 Ancora un sincero e sentito augurio di un Sereno Natale dallo staff di Artemide Aste.

Buon Natale!
*gli ordini saranno evasi alla riapertura dopo le feste

mercoledì 2 dicembre 2015

Italian Aes Proto-Monies Part III




Bronze Votive Ax Head Aes Formatum
Bronze Hammer Head Aes Formatum


Some of the most interesting, yet least collected items in Roman numismatics are the small objects cast in bronze and traded in barter that we now know as aes formatum.  The cast bronze artifacts, often votive in nature, and would quite easily be overlooked as numismatic in origin.  Often they are ornamental objects, quite possibly made for some other application entirely, but due to their intrinsic value for their weight in bronze, they were traded in a monetary fashion, and are today found in hoards alongside objects such as aes grave, aes signatum, aes rude and the ramo secco form of aes signatum.  Often found alongside these are ax and hammer heads, along with picks and other tools, either functional or votive in type.
Two bronze shells, likely cast from actual shell impressions.
Bronze Astragalos, possibly a gaming piece.




The purpose of this writing is to expose some of the varied objects that have been used in this way, and to make collectors aware that many common looking items are actually also collectible as proto-money.  They are universally small, and are not limited to type or variety.  The most well known and written about types are the above shell and astragalos.  Astragoli were items used as gaming pieces, and were convenient to use as trading pieces.  It is quite likely that many items found in hoards were intended for votive donations to local gods, especially the river gods whose favor people implored by tossing these items into rivers, where they are often found today.  Frequently, they are found in large numbers, often piled up in a pit, as in a modern wishing well, along the river edge, which is probably the ancient origin of the wishing well.  These pits were often used for decades, and items and coins can be found in layers according to date of issue, the oldest being on the bottom, and succeeding issues found in layers above, each layer holding pieces of similar date of maufacture.
Concentric disc with annular design, semuncial weight.
Bronze tear drop shape.
Bronze crescent, possibly ornamental.
Grain or nut, possibly cast from life.
Grain or nut, possibly cast from life.
Acorn, whose image is also found on Aes Grave coinage.
Bronze heart, possibly ornamental.







venerdì 13 novembre 2015

Vintage Watch Auction 5 December 2015 - Asta di orologi da collezione

Banner Artemide Aste - asta di orologi vintage
5 DECEMBER 2015
c/o Artemide Aste, World Trade Centre,
Dogana, Repubblica di San Marino
Siamo lieti di annunciarvi la prossima asta di orologi da collezione. L'asta si svolgerà presso la nostra sede sabato 5 dicembre 2015 dalle ore 15:00. L'esposizione dei lotti comincerà la mattina dalle ore 10:00. Il catalogo degli orologi è online ed è già possibile inserire le proprie offerte. Per chi non potrà partecipare di persona, sarà possibile partecipare tramite in diretta streaming tramite il nostro sito internet (previa registrazione da effetturarsi in anticipo).
We are glad to announce Vintage Watch Auction, to be held on 5 December 2015 at our office in San Marino, starting at 15:00 (San Marino Time). The online catalogue is already published on our website and it's accepting bids. For those who will not be able to attend in person, it will be possibile to bid live during the auction using our website (please register in time for the event).

ROLEX “Ovettone” Serpico Y Laino, ref. 6305,circa 1953.

mercoledì 11 novembre 2015


Banner Artemide - Monete e Medaglie XLIV



Artemide Aste è lieta di presentare l'asta XLIV che si svolgerà sabato 12 dicembre a San Marino, presso la nostra sede.
L'asta avrà inizio alle 10:00, e, dopo una breve interruzione, riprenderà nel pomeriggio alle 15:00.



Le monete saranno esposte presso la nostra sede dalle ore 9:00 del giorno stesso, e, come di consueto, sarà possibile visionarle anche nei giorni precedenti all'asta, su appuntamento.

Il catalogo online è disponibile sul nostro sito internet e sul portale DeaMoneta.

http://www.artemideaste.com/

http://www.deamoneta.com/auctions/search/392

 

L'asta verrà battuta in sala, ma per chi non potrà parteciparvi personalmente, sarà possibile seguire l'evento in diretta usufruendo del servizio LIVE AUCTION offerto da Dea Moneta.

http://www.deamoneta.com/liveauctions/

Come di consueto potrete fare la vostra offerta online, oppure inviare una mail ad info@artemideaste.com o un fax allo 0549 972142. Chi volesse invece partecipare telefonicamente, è pregato di contattarci prima possiible al numero 0549 908845 per assicurarsi una linea telefonica.


Si tratta di un’asta di particolare interesse in cui verranno presentate importanti monete e medaglie, selezionate durante l'anno trascorso.


In apertura fusi e monete della Magna Grecia, con alcune importanti rarità:

            
una quincuncia di Hatria e una quadruncia di Atella.

             Incusi di bellissimo stile.
                     
                                    
Incantevoli frazioni della Sicilia Greca

         
Un raffinato ritratto frontale della ninfa Larissa e il profilo assolutamente caratterizzato di Tolomeo II sulla superba pentadracma ellenistica che conclude il mondo greco.

A seguire, un'importante selezione di denari repubblicani, splendidi per conservazione e stile, con grandi rarità.

           
A. Manlius Q.f. Sergianus. Denario, 118-107 a.C.                                        M. Cato. Denario, 89 a.C.

              
A. Postumius A.f. Sp. n. Albinus. Denario, 81 a.C.                  C. Egnatius Cn. f. Cn. n. Maxumus. Denario, 75 a.C.

              
    Pub. Lentulus P.f. L.n. Spinther. Denario, 74 a.C.                           Q. Pomponius Rufus. Denario, 73 a.C.    

               
           Q. Crepereius M.f. Rocus. Denario, 72 a.C.                             L. Roscius Fabatus. Denario, 64 a.C.

             
          Faustus Cornelius Sulla. Denario, 56 a.C.                                   M. Junius Brutus. Denario, 54 a.C.

             
                 Cn. Nerius. Denario, 49 a.C.                             Julius Caesar and P. Sepullius Macer. Denario, 44 a.C.


Nella serie imperiale fanno bella mostra di sè 

                           un "Tribute Penny" di stile raffinato                                             un denario di Matidia

        
                         un aureo di Adriano                                                      un sesterzio di Lucilla

Nel tardo impero presentiamo un nucleo di argentei in altissima conservazione emessi dalla zecca di Roma a nome dei primi quattro tetrarchi.

          
                               Diocleziano                                                                    Massimiano 

             
                             Costanzo Cloro                                                                      Galerio

Infine una vera rarità: un follis di Valente, emesso dalla zecca di Sirmium, che presenta un rovescio inedito nell'intera serie imperiale e che fu, per questo motivo, oggetto di un articolo su " The Celator" nel 2001.

                                      

L'impero bizantino si apre con una serie di superbe frazioni di siliqua, rare e in perfetta conservazione.

             
                                             Giustiniano I. Due esemplari di 1/2 siliqua per Ravenna.

                     
                                                          Giustino II. 1/2 e 1/4 di siliqua per Ravenna.

                                                                              E si conclude con un rarissimo solido di Irene per Siracusa.

     Tra le monete delle zecche italiane imperdibile l'eccezionalmente raro

                                        
carlino di Luigi XII per la zecca dell'Aquila, conosciuto in soli due esemplari.
Ex coll. H.M. Vendita Rollin e Feuardent, Parigi, 1902

In evidenza: 
        
Ferrara. Ercole II d'Este. Scudo d'oro del sole e Massa di Lunigiana. Alberico I Cybo Malaspina. Da 2 doppie 1593. 
        
Messina. Federico II. Augustale e Milano. Filippo IV di Spagna. Quadrupla 1630.
      
Modena. Francesco I d'Este. Da 4 scudi d'oro e Piacenza. Ranuccio I Farnese. 2 doppie 1618.


    
Milano. Giovanni Galeazzo Maria e Ludovico il Moro. Testone e Napoli. Filippo II. Mezzo ducato.

A seguire monete del Regno, della Repubblica Italiana, tra cui prove e rarità; monete e medaglie estere, molte in oro.

Una selezione di medaglie papali

Clemente X (1670-1676), Emilio Bonaventura Altieri. Medaglia A. I per il possesso del Laterano.

In conclusione una ricca e interessante raccolta di medaglie e placchette in excursus storico che parte dal rinascimento, si svolge nel periodo barocco per chiudersi nel novecento.

   
      Perugia. Niccolò Piccinino   
 
Reggio Emilia. Ridolfo Arlotti

Rimini. Isotta degli Atti
     
Firenze. Antonio Maria Biscioni Gian Gastone de' Medici

      
Medaglia 1943 per il 5° centenario dalla morte del Gattamelata e medaglia 1937 per la Mostra Augustea della Romanità

Lo staff di ArtemideAste vi augura una buona asta e che vinca il miglior offerente!